Il quotidiano "La Nazione" il 28 Dicembre 2011, nella cronaca di Pisa, ha pubblicato una intervista a Paolo Frediani sul tema delle mediazione delegata.
Nell'intervista viene trattato l'istituto introdotto dal Dlgs.28 del Marzo 2010 con i suoi profili essenziali e gli scopi fondamentali con particolare riferimento agli obiettivi di deflazione del carico giudiziario nonchè presentate le statistiche disponibili a otto mesi dall'entrata in vigore della condizione di procedibilità della domanda giudiziaria.

PRIMA ASSOLUTA PER IL CORSO "GESTIRE LE RIUNIONI E COMUNICARE EFFICACEMENTE" (Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Pisa)

Uno dei nuovi corsi di formazione del 2012 "Gestire le riunioni e comunicare efficacemente" studiato e condotto da Paolo Frediani è stato presentato in un numero "0" il 23 Dicembre 2011 presso il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati nell'occasione dell'evento riservato agli iscritti per lo scambio degli auguri natalizi. La prima assoluta, riservata ai geometri pisani, ha trattato una lezione contenente i moduli "obiettivi e riunioni", "preparare la riunione" ed una sezione dedicata alla lettura del linguggio del corpo del modulo "Gestire la riunione".
Il corso vede di nuovo Paolo Frediani nella trattazione esclusiva dedicata alle tematiche della comunicazione, percezione, PNL e gestione dei conflitti che per molti anni ha condotto nei propri corsi sin dal 2002 con i primi corsi della conciliazione tenuti con l'Avv.Uzqueda presso i Collegi dei Geometri, poi con i corsi "Comunicazione, percezione e Gestione dei conflitti" tenuti nel triennio 2003/2005 nell'ambito dei programmi della Scuola della Polizia Regionale dell'Emilia Romagna agli agenti e funzionari dei corpi di Polizia della Toscana e Emilia Romagna e successivamente con i corsi "La conicliaizone nella CTU" e "La conciliazione della controversia". 

Il corso presentanto a Pisa è un interessante percorso formativo rivolto a tutti coloro che desiderano avere una preparazione specialistica in materia di comunicazione, negoziazione e gestione dei rapporti nell'ambito delle riunioni professionali. La riunione è infatti uno dei momenti importanti nell’attività di ogni professionista e fase essenziale per perseguire gli obiettivi essenziali nell’attività professionale. Il corso ha l’obiettivo di fornire a ciascun partecipante anche mediante esercitazioni, action learning e specifiche simulazioni gli strumenti per preparare, gestire e condurre con successo una riunione anche multipartes considerando tutti gli aspetti principali che intervengono in una sessione di riunione tra persone.
Il corso è in programmazione, su richiesta, presso tutti i Collegi dei Geometri. 

  

Come previsto dallo statuto, scaduto il mandato proposto dal C.N.G. e G.L. affidato in sede di costituzione dell'associazione del 26 Gennaio 2011 al Consiglio Direttivo, si è svolta lo scorso 14 Dicembre presso la Sala Trilussa della Cassa Nazionale in Roma l'Assemblea Elettiva dell'Associaziona Nazionale Geometri Consulenti tecnici, Arbitri, Mediatori (Geo-C.A.M.).
All'assemblea tra presenti e delegati sono intervenuti circa 130 Geometri.
Dopo gli indirizzi di saluto del Presidente del  C.N.G. e G.L. Geom.Fausto Savoldi, è stata presentata la relazione introduttiva da parte del presidente Geom.Filippo Vircillo e quella relativa al bilancio consuntivo del tesoriere Geom.Giancarlo Genta; successiovamente si è tenuta una discussione concernente la numerosa attività compiuta nei pochi mesi di vita del sodalizio e quella sulle attività programmate nel 2012,  in particolare dell'ambizioso progetto di costituzione dell'organismo unico di mediazione dei geometri ai sensi del D.M. 180/2011 con sezioni distaccate presso i Collegi provinciali, della definizione dell'organismo di formazione per i geometri riconosciuto dal ministero della giustizia e quello della redazione del Codice per le Linee Guida in materia di relazione peritale. Alla fase di discussione oltre ai soci presenti hanno partecipato attivamente anche i consiglieri del C.N.G. e G.L. Geom.Antonio Benvenuti e Ezio Piantedosi.
Approvato poi il bilancio si è dato corso alle votazioni che hanno visto riconfermare all'unanimità l'attuale composisione del consiglio formato dai Geomm. Filippo Vircillo, Paolo Frediani, Guido Turchetti, Giancarlo Genta, Giovanni Bianco, Aniello della Valle e Andrea Porcu. Il Direttivo che durerà in carica sino al 2016 svolgerà il primo consiglio con l'attribuzione delle cariche il 9 Gennaio 2012.

Per approfondimenti e maggiori notizie sull'attività dell'associazione
http://www.geo-cam.it/geocam.html

I NUOVI CORSI DI PAOLO FREDIANI PER IL 2012

Paolo Frediani ha progettato nuovi percorsi formativi altamente specialistici per il 2012. I corsi riguardano le tematiche della psicologia e comunicazione nonchè gli aspetti specialistici della professione del consulente tecnico, mediatore ed arbitro.

"GESTIRE LE RIUINIONI E COMUNICARE EFFICACEMENTE" è rivolto a tutti coloro che desiderano avere una preparazione specialistica in materia di comunicazione, negoziazione e gestione dei rapporti nell'ambito delle riunioni professionali. La riunione è infatti uno dei momenti importanti nell’attività di ogni professionista e fase essenziale per perseguire gli obiettivi essenziali nell’attività professionale. Il corso ha l’obiettivo di fornire a ciascun partecipante anche mediante esercitazioni, action learning e specifiche simulazioni gli strumenti per preparare, gestire e condurre con successo una riunione anche multipartes considerando tutti gli aspetti principali che intervengono in una sessione di riunione tra persone.

"UN MONDO DI SENSAZIONI" è un corso su come la percezione, il condizionamento, il pensiero, la comunicazione, le emozioni e la personalità agiscono e influenzano la nostra vita ed i rapporti con gli altri; il percorso prepara a come comprenderne gli effetti e le modalità per farli divenire strumenti di potenziamento della nostra esistenza. D'altra parte ogni individuo nel corso delle propria esistenza matura consapevolezza della essenzialità ed importanza della psicologia nelle esperienze e dei rapporti con gli altri. In particolare il professionista, anche per la delicatezza e particolarità del proprio ruolo e della maggiore attuale difficoltà relazionale, forse senza saperlo, nel corso della propria esperienza professionale, è divenuto uno dei migliori psicologi: Le competenze maturate, le esperienze svolte gli hanno permesso di comprendere la necessità di acquisire quelle conoscenze di base per ottimizzare i rapporti ed i relativi tempi, evitando gli effetti spiacevoli di disfunzioni e reazioni impreviste.
Il corso prendendo per mano il partecipante con una impostazione didattica chiara ed efficace, con l’utilizzo di numerosi esempi, simulazioni ed action learning, fornisce al discente gli strumenti per riconoscere, analizzare ed utilizzare gli strumenti della psicologia umana.
Il corso diventa necessario per il professionista che voglia acquisire le competenze per capire sé e gli altri in un complesso di relazioni che sono essenziali per il miglior sviluppo professionale.

"GLI INCONTRI DI PAOLO FREDIANI" è un evento formativo che unisce le caratteristiche della formazione frontale con quelle tipiche di un question time sulla tematica trattata.  Con tale evento si offre l'opportunità a tutti i partecipanti di incontrare personalità di spicco e personaggi di chiara fama del mondo accademico, istituzionale, scientifico e professionale per approfondire e dibattere temi di alto profilo specialistico ed inerente le attività del tecnico impegnato negli incarichi di consulente tecnico di ufficio, di parte, mediatore ed arbitro.
L'incontro, è condotto con una dinamica proattiva tra docenti e paretcipanti e prevede l'intervento dell'esperto con trattazione diretta e quella sollecitata dalla domande di Paolo Frediani e quelle formulate dai partecipanti. Le personalità saranno scelte tra quelle di massima espressione sulle tematiche che verranno individuate in relazione alle richieste specifiche.

Per maggiori informazioni visitare la sezione Corsi in "Corsi di Formazione" nelle rispettive schede di presentazione.

Contributo "Un buon tecnico è un buon C.T.U.?" periodico "AZIMUT"

Sul n.3 del 2011 della rivista AZIMUT, periodico regionale a cura del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Ancona è stato pubblicato un interessante contributo a firma di Paolo Frediani sul tema delle quelità del consulente tecnico di ufficio

Invero è da constatare come le attività di consulente tecnico di ufficio e perito, ovvero quelle figure di ausilio fondamentale alle attività dell’autorità giudiziaria nei settori civile e penale hanno da sempre affascinato i professionisti; sì è frequentemente osservato quelle attività con rispetto, ed anche (da parte dei più giovani) con un po’ di soggezione, dovute principalmente al fatto che le conoscenze e competenze tecniche private del tecnico vengono poste al servizio della pubblica giurisdizione, sia essa civile che penale, come qualificato contributo per trarne un giudizio.

D’altra parte per coloro che svolgono costantemente il detto ruolo, il compito è vissuto come fonte di prestigio professionale, tanto da manifestarne l’esercizio attraverso biglietti da visita, carta intestata e targhe all’ingresso dello studio.

Ed infatti il consulente tecnico di ufficio svolge una funzione giurisdizionale importante per il giudice. Esso rappresenta “l’occhio specialistico” del magistrato quando questi si trova a dover decidere su aspetti che esulano dalle proprie competenze e conoscenze. Occorre altresì osservare che sempre più spesso – ancor di più nello stato attuale della giustizia nel nostro paese –  il risultato del lavoro dell’esperto (la c.d. relazione peritale), quando la questione controversia si risolve in aspetti esclusivamente tecnici – diventa la sostanza della decisione del magistrato. Pertanto non appare eccessivo sostenere che il consulente tecnico finisce per decidere, in quei casi, l’esito della controversia.

La figura del consulente tecnico di ufficio, anche per questi motivi, da lungo tempo, è stata frutto di trattazioni in pubblicazioni, seminari e convegni di studio nel mondo delle professioni, in particolare di quelle tecniche, ambiti nei quali si è rivolto costantemente l’interesse alle funzioni precipue dell’ausiliario giudiziario, alle proprie attività ed alle risultanze del lavoro peritale.

Viceversa dobbiamo laconicamente registrare come non si sia mai posto al centro dell’attenzione il tema delle qualità e conoscenze che un consulente tecnico di ufficio dovrebbe poter garantire per lo svolgimento corretto e compiuto del proprio ruolo. Non parliamo tanto delle conoscenze proprie del professionista, garantite dalla “speciale competenza tecnica” statuita dalle disposizioni codicistiche, quanto di quelle specifiche dell’ambito di svolgimento della propria opera, ossia le regole e norme del processo che, ove sottovalutate, finiscono soventemente per condizionarne gli esiti.

L'articolo in una trattazione compiuta e chiara affronta il delicato tema di quali qualità il CTU deve poter garantire al magistrato per un corretto adempimento del compito.

TAVOLA ROTONDA "IL RUOLO DELL'ESPERTO DEL GIUDICE E LA CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO

Organizzato dal Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Rovigo e dall'Associazione "Centro Studi di Diritti ed Economia" con la collaborazione dell'Ordine degli avvocati di Rovigo, presso la sala Bisaglia del Cen.Ser. di Rovigo so è svolto un interessante incontro - tavolta rotonda sul tema del consulente tecnico di ufficio.

Le relazione sono state tenute dal Geom.Paolo Frediani, dal Dott.Mauro Martinelli, magistrato presso il TRibunale di Rovigo - sez. distaccata di Adria, dalla Dott.ssa Mariangela Quatraro, commercialista in Bari e dall'Avv.Giannantonio Altieri, avvocato del foro di Rovigo. La moderato la giornata la dott.ssa Giovanna Lisi direttore del "Consulente Immobiliare" e de "Il tecnico legale" del Gruppo 24 Ore.

In particolare la relazione di Paolo Frediani ha trattato il delicato e quanto mai importante tema delle qualità oggettive e soggettive del consulente che, nell'odierno panorama processuale, diventano elementi essenziale per il compimento corretto e compiuto del mandato giurisdizionale.

1° CONVEGNO NAZIONALE GEO-C.A.M. "IL GEOMETRA MEDIATORE: UNA NUOVA SPECIALIZZAZIONE NELLA PROFESSIONE"

Si è tenuto il 28 e 29 Ottobre 2011 presso la splendida cornice dell'Hotel Portofino Kulm a Portofino Vetta (Camogli) il convegno nazionale organizzato dalla GEO-C.A.M. (Associazione Nazionale Geometri Consulenti tecnici, Arbitri e Mediatori) con il patrocinio del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati e del Comitato Regionale Geometri Ligure.

Al convegno tenutosi nella giornata del 28 Ottobre le circa 130 persone tra Presidenti, consiglieri e delegati dei Collegi dei Geometri hanno assistito alla sessione mattutina e pomeridiana delle relazioni sul tema delle mediazione delegata, conciliazione e mediazione sociale. Tra i relatori si segnala il Prof.Avv. F.P. Luiso, l'Avv.D.Cerri, la Dott.C. Colombo ed i componenti del consiglio direttivo dell'associazione Geom.F.Vircillo, Presidente  e Geom.P.Frediani Vice Presidente e Responsabile scientificio il quale ha trattato gli scopi e finalità dell'associazione e dei programmi formativi progettati nell'ottica del prossimo riconoscimento quale ente di formazione ai sensi del D.M.180/2010.

Nella successiova giornata del 29 Ottobre, a cura dei Geomm.Vircillo e Frediani, si è svolta una sessione operativa rivolta ai responsabili delle sezioni del futuro organismo di mediazione e dei referenti locali dell'associazione con l'indicazione delle linee programmatiche e di sviluppo delle attività d'istituto. 

QUADERNO "LA MEDIAZIONE DELEGATA ALLA PROVA" nella serie "I quaderni" del Consulente Immobiliare (Gruppo 24 Ore)

Nuova pubblicazione per Paolo Frediani in materia di mediazione delegata.
Dopo il quaderno della primavera 2010 dal titolo "La mediazione delegata" il Gruppo 24 ha affidato all'autore la cura ed il coordinamento di una nuova pubblicazione sulla interessante ed attualissima materia.
La pubblicazione, in supplemento al n°893 del Consulente Immobiliare, tratta l'istituto sotto un profilo sia procedurale nelle diverse aree applicative sia nella sfera più generale delle diverse problematiche connesse alla carenza culturale che esiste ancora nel nostro paese nei confronti della forme di ADR.
Paolo Frediani è curatore della pubblicazione e coautore della pubblicazione unitamente a Chiara Benegiamo, Domenico D'Ulisse, Filippo Vircillo, Valter Cianchetti, Carlo Alberto Calcagno, Carola Colombo e Morena La Tanza.

Seminario LA MEDIAZIONE DELEGATA ED IL GEOMETRA a Bari

Presso la sala "Aquilegia" dell'Hotel Majestic di Bari, il 19 Ottobre 2011 si è tenuto il seminario in materia di mediazione delegata organizzato dal Collegio provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Bari in collaborazione con GEO-C.A.M. (Associazione Nazionale Geometri Consulenti tecnici, Arbitri e Mediatori.
L'evento, al quale hanno partecipanto circa 200 professiniosti, è stato condotto dal Presidente del Collegio nonchè consigliere dell'associazione Geom. Giovanni Bianco e la relazione è stata svolta dal Geom.Paolo Frediani, vicepresidente dell'associazione e cultore della materia 

E' stata pubblicata da Simone Editore - Esselibri la nuova edizione (2011) del manuale di Paolo Frediani "L'ESPERTO DEL GIUDICE".
La nuova edizione si presenta arrichita di contenuti ed argomenti ed aggiornata sulle più recentissime disposizioni normative, legislative e codicistiche. L'appendice, con le norme e gli stralci legislativi d'interesse, unitamente al formulario, è scaricabile gratuitamente dal sito dell'editore al seguente link http://www.simone.it/catalogo/vl70.htm

 

Titolo dell’opera – L’ESPERTO DEL GIUDICE

Sottotitolo – manuale operativo del consulente tecnico di ufficio

Autore: Paolo Frediani

Anno di edizione: 2011 - edizione II

Pagine:432

Prezzo: €.30,00

 

Il volume nasce con lo scopo di fornire un manuale pratico e di immediata consultazione per curare e approfondire il ruolo e le attività dei tecnici nell’esercizio dell’incarichi originati dalle controversie civili nella pubblica giurisdizione.

Attesa la complessità del compito è sempre più utile a chi non è un tecnico del diritto, ma che è chiamato a compiere l’attività di esperto per il Giudice, fornire gli strumenti ed i mezzi di valutazione per poter adempiere in modo corretto al mandato affidato senza deviare dalle previsioni codicistiche. Non è infatti detto che un tecnico competente sia necessariamente un buon esperto per il giudice poiché la particolare attività a cui è chiamato richiede preparazione, conoscenza ed anche qualità personali non comuni.

Il volume organizzato in modo semplice e ragionato è una vera e propria guida per il tecnico che nella consultazione troverà riportate in ordine cronologico, per ogni specifica attività, le disposizioni, le problematiche, gli atti da espletare nonchè i consigli  con schemi ed esemplificazioni pratiche accompagnate da specifici casi.

L’analisi proposta ha riguardo alle attività dell’esperto per ogni tipo di incarico, dall’accertamento tecnico preventivo nel processo cautelare, alla consulenza tecnica preventiva, alla consulenza tecnica d’ufficio nel processo di cognizione ed all’attività nel processo esecutivo sia esso nella forma generica che specifica.

Particolare attenzione è dedicata, anche in virtù della grave crisi che attraversa il sistema di regolamentazione dei conflitti della pubblica giurisdizione, alla procedura della conciliazione sempre più richiesta dai giudice ai propri esperti e riconosciuta tra i poteri del consulente dalla riforma del processo all’art.696 – bis del 1°Marzo 2006. All’esperto viene fornito non solo l’inquadramento della norma ma soprattutto le metodologie pratiche per lo svolgimento del tentativo di conciliazione poiché è di fondamentale importanza poter suggerire al C.T.U., esperto nella materia specifica in controversia ma privo di conoscenze in tecniche e strategie proprie dei conciliatori professionali, le modalità operative da utilizzare nell’ambito specifico del processo di mediazione al fine di condurre con successo ed efficacia l’esperimento conciliativo.

Il volume inoltre approfondisce la figura del perito estimatore fornendo una ampia analisi delle stime immobiliari e dei principali criteri e metodologie anche con riferimento alle più recenti linee guida introdotte nel nostro paese ed il ruolo del consulente tecnico di parte, spesso sottovalutato dagli stessi professionisti, e che invece riveste una fondamentale importanza per gli esiti e per il raggiungimento degli obiettivi che si perseguono nel procedimento giudiziario.

Si è posta inoltre l’attenzione sugli aspetti giurisprudenziali con la raccolta delle più importanti sentenze e decisioni attraverso un pratico formulario in domanda e risposta per le diverse fasi dell’attività pratica del  consulente.

Nell’insieme l’opera vuol soddisfare l’esigenza di tutti coloro che hanno la necessità di conoscere dettagliatamente, attraverso un testo  pratico e di facile consultazione, il complesso delle  attività dell’esperto in ausilio all’autorità giudiziaria che sempre più, per la professionalità e le responsabilità che queste comportano, stanno divenendo una vera e propria specializzazione tecnica.

News

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare questo sito web acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.