L'ESPERTO DEL GIUDICE
Manuale operativo del consulente tecnico d'ufficio nel nuovo processo civile. Formulario scaricabile online [2007]
Presentazione del Prof. Avv. Claudio Cecchella dell'Università degli Studi di Pisa
Simone Editore
di Paolo Frediani

Acquista il volume

"Paolo Frediani è presente da tempo nel panorama editoriale italiano come raro scrittore capace di coniugare il rigore del metodo giuridico, risultato della sua passione per lo studio di temi come la conciliazione, l'arbitrato, la perizia contrattuale e la consulenza tecnica, con l'esperienza applicativa dovuta alla sua professione di conciliatore, arbitro e consulente del giudice, com'egli più correttamente evidenzia "esperto del giudice". Dopo le fatiche de "Le attività del tecnico per l'attività giudiziaria" del 1998, e i due contributi sulla conciliazione del 2002 e 2004, quest'ultimo calando la teoria e la prassi della conciliazione nella consulenza tecnica, ecco il volume che ho il piacere di presentare e che si propone all'evidenza, per la maturazione di studioso e di professionista dell'Autore, come la summa dei contributi che lo hanno preceduto. In esso vediamo ripresi, infatti, con il diverso "respiro" che il titolo stesso evoca, tutti i precedenti studi dell'Autore, sulla consulenza tecnica calata nelle varie esperienze giurisdizionali, con un ricostruzione dell'istituto che potremo definire di teoria generale (in particolare il 1° e il 3° capitolo, il 7° dove i temi preannunciati nei precedenti vengono riesaminati criticamente alla luce dei principali orientamenti giurisprudenziali) arricchita dalle diverse esperienze particolari delle singole manifestazioni della giurisdizione, particolarmente quella della esecuzione (capp. 4 e 5) oggetto di un'intensa riforma nel 2005 e 2006. Ugualmente la conciliazione, trattata come istituto generale secondo un indirizzo che contraddistingue da tempo l'Autore (ne è prova la monografia del 2002) nei capp. 10 e 11, ma anche negli importanti nessi con l'istituto della consulenza, nel cap. 12, ben evidenti non solo nell'originario limitato ambito della consulenza contabile o delle sporadiche deleghe che volta per volta il giudice civile poteva attribuire al suo esperto, ma nel nuovissimo istituto, che preannuncia potenzialità inaspettate e ancora poco note nella prassi giudiziaria, della consulenza preventiva a scopo conciliativo di cui all'art. 696 bis c.p.c., ove l'esperto al di fuori di un contesto cautelare si vede attribuito il compito non solo di ricostruire sulla base delle sue conoscenze tecniche la realtà, ma invadendo il limitrofo campo del giudice addirittura di accertare il diritto per favorire un accordo tra le parti; ma non solo, poiché la sua determinazione, nel caso di mancata conciliazione, ha effetti anche nel futuro giudizio di merito. Il connubio tra consulenza tecnica e conciliazione, già intuita dall'Autore nei suoi primi studi, è stata dopo qualche anno colta pure dal legislatore tanto da averla tradotta in una norma positiva, quale l'art. 696 bis c.p.c. Peraltro il libro di Paolo Frediani non trascura aspetti pratici di grande impatto con la realtà, come le tecniche di stima immobiliare oppure le regole per la determinazione del compenso dell'esperto o ancora la tenuta degli albi e le responsabilità del consulente.Si tratta, ed è l'idea con il quale abbiamo dato inizio a queste brevi note, della riprova dell'impostazione che contraddistingue l'Autore: il proficuo, e immancabile, coniugio tra teoria e prassi. E' il libro della maturità di Frediani, di cui potranno giovarsi non solo i consulenti del giudice, ma gli stessi giudici e gli avvocati che incontrano nella quotidianità del diritto costantemente problemi e questioni a cui l'Autore da soluzione, con il dovuto rigore giuridico, nella sua trattazione."


PROF. AVV. CLAUDIO CECCHELLA
Docente di diritto processuale civile presso la Facoltà di
Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pisa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare questo sito web acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.