UNA STRADA LUNGA VENT'ANNI
I miei vent’ani di formazione, vent’anni di autentica passione.

Tutto ebbe inizio l’11 dicembre 1999 a San Miniato, vicino alla mia città Pisa.  
Presso la sala convegni della Cassa di Risparmio tenni il mio primo corso “Le attività del tecnico per l’autorità giudiziaria e nelle procedure stragiudiziarie”, corso svolto insieme ad alcuni amici: il collega Antonio Benvenuti, con il quale da poco avevo pubblicato il primo volume scritto per Giuffrè editore, il Prof. Francesco Paolo Luiso e l’Avv. Stefania Rosin.  Il corso, a seguito di quella edizione inaugurale e la prima fuori sede a Bari il 14 dicembre dello stesso anno, dopo la versione di 8 ore “One day master” diventò di 4 ore toccando più di trentacinque città in un percorso durato oltre 4 anni.
Nel frattempo (era il 2001) la mia passione per lo scrivere fece nascere la collaborazione editoriale con la rivista storica del Sole 24 Ore “Consulente immobiliare”che più tardi si sarebbe sviluppata nella rubrica mensile “TuttoCTU” (2008), “TuttoCTUFaq” (2016) e  nell’incarico di componente del comitato scientifico.

Nei primi anni duemila l’incontro con Ana Uzqueda – argentina, pioniera della conciliazione nel nostro paese – dette il via ad una nuova frontiera della mia attività di formatore: prima la pubblicazione prima scritta a 4 mani “La conciliazione” per Giuffrè editore e successivamente nel 2004 l’inizio dei corsi tenuti per enti, associazioni e Camere di commercio che si affacciavano allora all’utilizzo della nuova procedura della conciliazione per la composizione delle liti. In quel contesto nacque la collaborazione con la Scuola Regionale della Polizia Locale dell’Emilia Romagna per la quale, negli anni 2004/2006 ho tenuto più di sessanta docenze nei corsi di formazione rivolti agli agenti di Polizia Locale dei comandi delle città della Regione Toscana e della città di Piacenza.

Ma il fronte della formazione si sviluppò anche sul tema della valutazione immobiliare. Infatti dopo la frequentazione del 1°corso per la formazione di Tutors in valutazione immobiliare tenuto dal Prof. Simonotti ne 2003, ebbi modo di svolgere dal 2005 al 2009 diverse sessioni di docenze sulla materia introducendo le nuove metodologie estimative legate agli Standard internazionali. Pur avendo poi abbandonato l’aula è rimasto inalterato l’interesse per la materia che mi ha portato nel 2016 ad ottenere la certificazione professionale UNI 11558:2014.
Nel frattempo il coltivare la mia passione per il tema della la consulenza tecnica mi aveva portato a pubblicare nuovi volumi come “La Conciliazione nella CTU” per Giuffrè editore, le prime edizioni de “L’esperto del Giudice” ed il “Manuale dei compensi del CTU” per Simone Editore – Esselibri e il “CTU dalla A alla Z” per Il Sole 24 Ore. Da qui ebbe inizio una nuova fase della mia attività di libero docente con l’uscita dei nuovi corsi “La conciliazione del CTU”, “I compensi del CTU” e “L’esperto del Giudice” che si tennero nella loro prima edizione nel 2007. Quest’ultimo ha rappresentato una vera e propria epopea della mia attività di formatore nel settore della consulenza; ha avuto, ed ha tutt’ora, un lungo decorso nei diversi format, prima di tre giornate con “L’esperto del Giudice – le attività, i compensi ed il tentativo di conciliazione”, poi di due con “L’esperto del Giudice – le attività ed i compensi” e successivamente nei moduli base di 4 ore “L’esperto del Giudice smart”; il corso, nelle sue diverse rappresentazioni, ha superato le ottanta edizioni.

Con la crescita professionale e di nuove idee di formazione, anche suggellate dalla iscrizione all’elenco formatori del Ministero della giustizia per la neonata Mediazione delegata, alcune nuove offerte formative presero avvio come quella in materia di conciliazione e di comunicazione  “Gestire le riunioni e comunicare efficacemente”, “Obiettivo comunicare” accompagnate anche dalla nuova pubblicazione “Manuale della nuova mediazione e conciliazione giudiziale edito da CEDAM nel 2014.

Nel settore della consulenza tecnica nacquero nel frattempo i cosidetti “Corsi speciali” una serie di nuove proposte formative dedicate con corsi di 60 e 52 ore e, con la definizione del primo codice italiano in materia di relazione peritale “Codice della relazione peritale nel processo civile di cognizione”, opera che mi onoro di aver promosso e contribuito a definire, il relativo corso di formazione.

Con il passare degli anni ed il raffinare gli studi ed approfondimenti sulla materia era inevitabile offrire un livello superiore di formazione, più specialistica.
Ecco che nel 2015, anno segnato anche da una nuova pubblicazione “La conciliazione del Consulente tecnico di Ufficio” edita da Giuffrè editore,  dopo i corsi base “L’esperto del giudice smart”, nasce il programma formativo “IL CTU e il CTP 2.0” serie di corsi di livello avanzato su temi di grande delicatezza quali gli obblighi, i doveri e gli effetti del CTU, le responsabilità, il ruolo di pubblico ufficiale e quello del consulente tecnico di parte; presero avvio anche quello spinto dall’allora recente riforma del processo esecutivo “Le novità per gli esperti stimatori del D.L.83 e L.132/2015” e, nel 2016, un evento molto articolato sul CTU, CTP e ausiliario dal titolo “Funzioni, attività e responsabilità del CTU, dell’esperto e del CTP” di 24 ore formative.

Il 2017, anno in cui la mia vita incontra un momento oscuro, come talvolta capita, si illumina con l’incarico di docenza dalla Scuola Superiore della Magistratura dove, nell’ambito della formazione permanente centrale svolta presso la sede della Scuola a Castelpulci, ho tenuto lezioni ai magistrati sul tema dei compensi agli ausiliari del magistrato traendo grande esperienza e rafforzando la mia convinzione che il miglioramento della giustizia passa anche dal rafforzare la sinergia tra magistrato e suo ausiiliario.
Con il 2018, nella ricerca di proposte sempre più utili ed interessanti, la proposta si arricchisce di nuovi contenuti allargando l’orizzonte della offerta formativa,.
Nasce così il nuovo programma formativo “Le materie del CTU” nel cui ambito il corso “Le distanze in edilizia”, ha riscontrato un grande interesse tra gli iscritti con 20 edizioni ed oltre 700 partecipanti nel solo 2018; nascono anche i nuovi corsi avanzati “Question Time”, tenuto con il Dott.Vaccari magistrato, “Le applicazioni del CTU” versione in aula del volume “I compensi del CTU edito nel 2016 da Maggioli Editore ed il corso di formazione superiore diretto dal Prof.Luiso “Il CTU qualificato” di 40 ore.

Ed arriva il 2019, l’anno del ventennale a cui voglio dedicare un corso inedito su di un tema che non ha mai avuto la giusta attenzione per il tecnico forense; “Etica e deontologia del consulente tecnico (CTU – CTP)” la cui programmazione inizia quest’anno; è il nuovo corso avanzato  che ho voluto pensare per tutti i CTU e CTP che desiderino accrescere il loro livello di professionalità ed autorevolezza e che intendano connotare di livelli superiori la loro opera professionale.
Nel mentre scrivevo queste righe, mi sono chiesto: alla fine dei vent’anni cosa resta?
Restano certo i numeri della mia formazione:  gli oltre 330 corsi, le oltre 3000 ore in aula, i quasi 11.000 partecipanti per una offerta formativa complessiva negli anni di quasi 60 corsi, gli interminabili viaggi ed i chilometri percorsi. Ma a me quello che più resta è la passione che mi ha attraversato in tutti questi anni di aula, un vero privilegio unita alla gioia di aver incontrato moltissimi colleghi preparati che mi hanno onorato della loro presenza e fatto crescere con le loro domande, richieste di chiarimento e critiche, perché no.

Ed allora alla fine di tutto questo l’unica parola che mi soggiunge è grazie.
Grazie a tutti voi che avete in qualche modo accompagnato questi vent’anni con la vostra presenza, con la partecipazione al tempo parlato, con le ore trascorse insieme nella continua ricerca di migliorarsi. Ed avermi permesso di scoprire questa passione autentica che  mi spinge ogni volta a varcare la soglia dell’aula sapendo che sarà in ogni caso una nuova sfida. Sempre; come quella dell’11 dicembre 1999.

Con passione.

Ed allora alla prossima!

Paolo Frediani

News

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare questo sito web acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.